L'Umanista

Magazine di Arte, Scienza, Tecnologia, Educazione

I Temi

Il progetto del Magazine ci ha indotto a trovare una soluzione adeguata per articolare i contributi degli editorialisti in rubriche, senza rispettare le categorie standard delle riviste culturali, basate di solito sui settori in cui sono classificati lo spettacolo, l’arte, la scienza. Noi abbiamo preferito creare categorie più adatte a rappresentare la trasversalità e l’integrazione tra le arti e le scienze secondo una prospettiva inattuale ma propriamente umanistica. Noi vorremmo che ogni editoriale pubblicato su questo Magazine deve rappresentare quella sintesi di «buon senso popolare» e «rigore scientifico» con cui vogliamo indicare che i temi trattati hanno radici profonde e un respiro universale. Queste condizioni richiedno che ogni editoriale abbia valore non solo e non tanto dal punto di vista storico/antropologico, ma anche e soprattutto da quello metodologico e morale, e di conseguenza possa essere fruito e apprezzato anche a distanza di spazio e di tempo, quando il fenomeno considerato non sarà più di interesse attuale ma potrà ancora costituire un buon caso particolare per riflettere su questioni di carattere più generale e da connettere ad altri casi attuali e a riflessioni altrettanto generali sviluppate in nuovi editoriali.

Ognuno dei temi che abbiamo scelto e che continueremo ad aggiungere può essere esplicitato dalle ragioni morali e metodologiche, scientifiche e artistiche più generali che esso sintetizza e che invita a considerare, a cogliere e a trattare nell’editoriale, a partire dal caso preso in esame e dai casi correlabili ad esso.

L’Uovo di Colombo

Il re nudo

Paese che vai tutto il mondo è paese

Uomini e macchine

Non è tutto oro quel che luccica

Chi trova un maestro trova un tesoro

Chi non si accontenta gode di più

Chi si nutre di spazzatura produce spazzatura

Meglio un dottore morto che un asino vivo